II Ciclo o Corso di Specializzazione

1. Licenza in Teologia e Scienze Patristiche

Si consegue la Licenza in teologia e scienze patristiche, dopo aver superato gli esami di tutti i corsi prescritti, con la stesura di un lavoro scritto ed un esame orale comprensivo da sostenersi davanti ad almeno tre professori. 120 ECTS: 100 ETCS per corsi e altre attività accademiche  (48 vecchi crediti) e 20 ETCS per la tesi scritta e sua difesa.


L’esame comprensivo di Licenza ha una doppia finalità:

  • verificare l’abilità dello studente di condurre una ricerca scientifica;
  • determinare come l’alunno abbia potuto inserire ciò che ha appreso dai corsi generali e monografici in una   sintesi organica della patrologia.
A tale scopo l’esame orale, della durata di un’ora, comprende una discussione della tesina (20 min.), l’esposizione dettagliata di uno dei temi del programma (20 min.) e domande da parte dei professori su altri temi del programma, a cui lo studente deve rispondere in modo sintetico ed esaustivo (20 min.).
 
La preparazione all’esame comprensivo di Licenza non deve avvenire solo nelle ultime settimane precedenti la sessione, ma durante l’intero corso di studi.
 
La tesina, che deve dimostrare la capacità di ricerca scientifica da parte dello studente, sarà di almeno 60 pagine, interlinea: 1,5 righe e corpo carattere 12 punti. Il testo dovrà essere redazionato tenendo conto delle Norme di edizione delle collane Studi Ephemeridis 'Augustinianum'Sussidi Patristici e della rivista'Augustinianum'.
 
Un mese prima della data della difesa pubblica, la tesi -stampata e rilegata- deve essere depositata in Segreteria in sei copie.

 

Temi del programma di esame

  1. Il II secolo: la formazione dell’identità cristiana di fronte al giudaismo, alla religione e filosofia pagana e allo gnosticismo.
  2. La Sacra Scrittura nella Chiesa: il problema dell’Antico Testamento nei vari gruppi cristiani, la formazione del canone, il testo e le traduzioni, scuole esegetiche e principi ermeneutici.
  3. Gli apocrifi del Nuovo Testamento e l’uso fatto dai cristiani degli apocrifi dell’Antico Testamento.
  4. Gli scrittori occidentali e africani del III secolo: scritti e problematica.
  5. Il concilio niceno e la controversia ariana.
  6. La svolta costantiniana e le sue ripercussioni socio-religiose.
  7. Gli scrittori alessandrini.
  8. I Padri della Siria e della Cappadocia e la loro collocazione nello sviluppo della patristica.
  9. Ilario, Ambrogio, Girolamo, i Padri Latini del IV secolo.
  10. Agostino.
  11. L’epoca post-agostiniana e post-calcedonese.
  12. Verso il medioevo: intrecci tra avvenimenti sociali, ecclesiali, teologici e filosofici. Riflessi della migrazione dei popoli sull’escatologia. Boezio e lo Ps.Dionigi.
  13. Il primo concilio di Costantinopoli e lo sviluppo della dottrina trinitaria.
  14. I concili di Efeso e Calcedonia e lo sviluppo della controversia cristologica.
  15. La dottrina antropologica in Ireneo, Gregorio Nisseno e nella controversia pelagiana.
  16. La chiesa di Roma e la sua relazione con le altre chiese.
  17. La vita morale, sociale ed ascetica prima e dopo il concilio di Nicea negli scritti dei padri. La letteratura monastica.
  18. Agiografia e storia nell’evoluzione dell’autocoscienza ecclesiale.
  19. Lo sviluppo del culto liturgico (letteratura canonico-liturgica) e la sua interazione con gli scritti patristici, l’arte e l’epigrafia.
  20. Le relazioni tra l’Impero Romano e la Chiesa prima e dopo Costantino, nei parametri del diritto civile ed ecclesiastico.
  21. L’influenza della cultura classica sulla cultura cristiana.
  22. Composizione e trasmissione dei testi dei Padri.

 


 
2. Licenza in Scienze Patristiche

L'Augustinianum può rilasciare un grado accademico di Licenza in Scienze Patristiche per studenti che non abbiano conseguito una specifica preparazione teologica.

Requisiti:

Per essere ammessi come studenti ordinari al biennio di Licenza in Scienze Patristiche si richiede:

  • Una congrua preparazione teologica (si esaminerà caso per caso tramite un colloquio)
  • Una Laurea (specialistica, di II ciclo, magistrale), o un grado accademico civile equivalente ad una Licenza ecclesiastica in storia, lettere o filosofia.
  • Conoscenza del latino e greco e dell'antichità greco-romane.
  • Conoscenza dell'italiano e di altre due lingue moderne tra le seguenti: inglese, tedesco, francese.

Struttura:

Si consigue la Licenza in Scienze Patristiche, dopo aver superato gli esami di tutti i corsi prescritti, con la stesura di un lavoro scritto ed un esame orale comprensivo da sostenersi davanti ad almeno tre professori.120 ECTS: 100 ETCS per corsi e altre attività accademiche (48 vecchi crediti) e 20 ETCS per la tesi scritta e la sua difesa.

Per l'esame orale comprensivo valgono le modalità del grado accademico di Licenza in Teologia e Scienze Patristiche.

Un mese prima della data della difesa pubblica, la tesi -stampata e rilegata- deve essere depositata in Segreteria in sei copie.
 

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Leggi di più