Antiochia cristiana (secoli I-III)

Alessandria e Antiochia furono in antico le città più importanti dell’oriente mediterraneo, e ciò valse anche in ambito cristiano, il solo che qui interessa. Ben diverso, per altro, è lo stato della documentazione da noi conosciuta riguardante queste due comunità cristiane, che ci permette di conoscere la loro storia. Quanto ad Alessandria, le origini cristiane sono coperte dall’oscurità più fitta, ma dopo i primi decenni del II secolo, con i grandi gnostici e Clemente, l’oscurità comincia a diradarsi, e da Origene in poi la nostra conoscenza, anche se tutt’altro che esaustiva, presenta almeno una fondamentale continuità. Ad Antiochia, invece, la documentazione comincia già con la prima generazione cristiana, ma è quanto mai desultoria. Dopo gl’inizi in età apostolica, solo con Ignazio riprendiamo il contatto con quella comunità, dopo uno iato cinquantennale, che si frappone poi anche tra Ignazio e Teofilo e, dopo Teofilo, ancora più ampio prima di arrivare a Paolo di Samosata, dopo il quale la documentazione, pur tutt’altro che ricca, presenta una certa continuità. In altri termini, se a partire da Basilide e Valentino si può scrivere una storia della cristianità alessandrina, per Antiochia cristiana ciò non pare possibile…

Dopo un itinerario di ricerca ormai prolungatosi fin troppo, mi sento sufficientemente mitridatizzato in proposito, nella speranza che, al di là degl’innumerevoli dubbi e nonostante le tante lacune, la linea interpretativa da me proposta possa, nel suo complesso, apparire plausibile.

(Dalla Prefazione dell’Autore)

In vendita nella nostra Libreria.

Allegati:
Scarica questo file (SP 19 copertina.jpg)SP 19 copertina.jpg[ ]2107 kB

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Leggi di più