Cathedra Augustiniana

CATHEDRA AUGUSTINIANA “Agostino Trapé”

 

La Cathedra Augustiniana, istituita nel 1959 per iniziativa di p. Agostino Trapé, osa (1915-1987), fondatore, docente e preside dell’Istituto patristico Augustinianum, è diretta da p. Pasquale Cormio, osa. La sua finalità è far conoscere il pensiero e la spiritualità di s. Agostino, le sue opere e la ricezione della sua dottrina nei secoli, fino al rinnovamento culturale del pensiero cristiano contemporaneo.

La Cathedra Augustiniana è articolata in una sezione dedicata specificatamente alla lettura e allo studio delle opere del vescovo di Ippona, e in una sezione di storia e spiritualità agostiniana, che offre a quanti hanno come punto di riferimento la spiritualità di s. Agostino, in particolare gli studenti agostiniani, corsi di approfondimento e di ricerca (Statuta 96-98).

I corsi sono aperti agli studenti dell’Istituto patristico e di altre istituzioni accademiche ecclesiastiche e civili, e a tutti coloro che coltivano la conoscenza del pensiero del Dottore di Ippona e della sua eredità teologica e spirituale.

Le lezioni si tengono nel secondo semestre dell’anno accademico, il mercoledì pomeriggio, presso l’Augustinianum, alla quinta e sesta ora: dalle 15,30 alle 17.20. Per l’anno accademico 2017-2018 la prima lezione è fissata per il giorno 14 febbraio 2018.

La partecipazione al corso è gratuita ed è aperta a tutti; è obbligatoria solo per gli studenti agostiniani del “Primo ciclo”, iscritti all’Istituto patristico, per i quali è prevista anche la consegna di un elaborato scritto, su un argomento trattato nel corso, da concordare con il reggente della Cathedra.

 

Introduzione alla lettura del De Trinitate di s. Agostino

 

Il corso si propone di offrire una lettura e interpretazione del De Trinitate di s. Agostino, preceduta da una esposizione della controversia trinitaria nel pensiero patristico fino al IV-V secolo; seguirà una lettura cursiva dei 15 libri del trattato agostiniano, privilegiando l’esposizione della materia, i contenuti dottrinali, lo studio della rivelazione della Trinità nella storia della salvezza. Nella parte conclusiva del corso sarà riservato uno spazio all’analisi delle incidenze del mistero trinitario nella vita del cristiano, attraverso la presentazione di alcuni sermones ad populum del vescovo di Ippona. Un accenno all’eredità di Agostino nel dibattito teologico contemporaneo sul mistero trinitario concluderà il ciclo di lezioni.

Bibliografia: Per l’edizione in italiano dell’opera di Agostino si può scegliere tra i seguenti testi: S. Agostino, La Trinità, testo latino a fronte, intr. di A. Trapé - M.F. Sciacca, trad. di G. Beschin, Roma 1973, 19872, Nuova Biblioteca Agostiniana, vol. IV. Di questa edizione è in commercio una versione economica, con la sola traduzione del testo in italiano, stampata da Città Nuova, Roma 1988.

Un’altra pregevole traduzione, con un ampio ed articolato saggio introduttivo, è quella che ha per titolo: Agostino, La Trinità, testo latino a fronte, intr. di G. Catapano, trad. di B. Cillerai, Bompiani Milano 2012.

 

Programma delle lezioni

 

14 febbraio: La controversia trinitaria nell’età patristica

21 febbraio: Il De Trinitate: genesi e struttura dell’opera

28 febbraio: Libri I-II: “Regola della fede” e autorità della Scrittura

7 marzo: Libri III-IV: Le teofanie dell’AT e l’Incarnazione di Cristo

14 marzo: Libri V-VII: I predicati di Dio

21 marzo: Libro VIII: La triplice via dell’amor

11 aprile: Libri IX-X: Le analogie con le trinità della mente

18 aprile: Libri XI-XII: Le trinità dell’uomo esteriore

2 maggio: Libri XIII-XIV: Fede, felicità ed immortalità

9 maggio: Libro XV: L’immagine di Dio nell’uomo

16 maggio: Sermoni di Agostino sul De Trinitate (1)

23 maggio: Sermoni di Agostino sul De Trinitate (2)

30 maggio: Il dibattito teologico contemporaneo sul dogma della Trinità

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Leggi di più